prezzo
18,00 €
sconto
25 %
13,50 €
-25%

Lutz Seiler

Kruso

È il 1989, le due Germanie sono ancora divise. Ed, studente di letteratura a Halle, ha perso la sua ragazza in un incidente. Dopo alcuni mesi passati a seppellire il dolore sotto “scorte” di versi imparati a memoria, decide di “saltare giù”: riordina con cura la sua stanza e parte per raggiungere Hiddensee, quell’isola leggendaria del Mar Baltico – il mare dell’Est – che, si dice, è fuori dal tempo. Dopo alcuni avventurosi giorni a vagare sull’isola trova impiego e alloggio come sbucciatore di cipolle alla locanda All’Eremita, un albergo ristorante gestito da Werner Krombach, che si considera capitano di una nave di cui il personale composto da filosofi, poeti e professori universitari costituisce l’equipaggio. Una notte, incuriosito dai rumori, Ed sgattaiola fuori dalla sua stanza e si trova immerso in una singolare atmosfera da sabba notturno. Che accade quando l’oscurità cala sull’Eremita? E chi è questo “Crusoe” di cui tutti parlano? E proprio il giorno dopo Ed incontra Alexander Krusowitsch – è lui, Kruso, uno strano russo–tedesco dalla pelle e i tratti di un sudamericano, maestro di cerimonie e padrino dell’isola, che inizia Ed ai rituali dei lavoratori stagionali e alle regole che governano le loro notti, accogliendolo come un Venerdì che pian piano gli diventa indispensabile. Gradualmente Ed scopre che all’Eremita, sull’Arca, scorre un tempo che traccia una linea diversa dal tempo del mondo di fuori, e che il cuore segreto delle attività di Kruso è l’utopia promessa a ognuna delle anime naufragate del Paese (e della vita) che anela alle Radici della Libertà. Ma gli eventi dell’autunno del 1989 non mancheranno di sconvolgere anche la vita sull’isola.
Un romanzo avvincente e imprevedibile, il primo, attesissimo romanzo di Lutz Seiler disegna un arco dall’estate del 1989 al presente, fino allo stupefacente epilogo a Copenhagen, nelle catacombe della polizia di Stato danese. Kruso è la storia di un’avventura, di una splendida amicizia e di una vita che cambia. Il primo romanzo in cui la “Svolta” è un pretesto per nutrire le infinite possibilità creative dell’immaginazione, in un inno alla poesia e alla narrazione.



After the accident, Edgar Bendler decides to step out of his own life. He becomes a dishwasher on Hiddensee, that legendary island which is said to lie outside of time and »beyond the headlines«. And it is there, in the dishwashing station of The Hermit, a bar high above the sea, that Ed meets Alexander Krusowitsch – Kruso – and a difficult, yet tender, relationship begins. Kruso, master of ceremonies and godfather of the island, initiates Ed into the rituals of the seasonal workers and the rules that govern their nights, thereby conducting Ed toward his own sexual awakening. The secret heart of the confraternity is Kruso’s idea of utopia, which in just three nights promises to carry each and every one of the land’s (and life’s) shipwrecked souls to the Roots of Freedom. However, the events of the autumn of 1989 do not fail to shake the island. A struggle between life and death ensues – and a promise. Part island adventure story and part story of an extraordinary friendship: Lutz Seiler’s first, long awaited novel draws a line from the summer of 1989 into the present. The exceptional investigations that form the basis of the novel attempt to follow the traces of those who went missing in their escape attempts across the Baltic Sea, and in so doing, leads us all the way to Copenhagen and to the catacombs of the Danish state police.

ISBN: 9788861101340 | Pagine: 608
Traduzione: Paola Del Zoppo
Frase Lancio
Il primo degno equivalente de La montagna magica di. T. Mann nella letteratura tedesca contemporanea.
Frase Lancio
Lutz Seiler

È NATO NEL 1963 A GERA, UN PAESINO della Germania Est ormai scomparso. Poeta attento e innovativo, è uno dei maggiori scrittori della Germania contempora...

Versione Ebook
Recensioni

la Repubblica

L'eroe tedesco tra crollo del Muro e Robinson Crusoe

I diritti di Kruso sono stati già venduti in dieci paesi. Da noi li ha acquisiti Del Vecchio, marchio di grande qualità che annuncia il romanzo per la prossima primavera. Dello stesso autore ha già pubblicato una raccolta di poesie e i racconti de Il peso del tempo (ora anche in ebook). A suggerire il titolo originale, Die Zeitwaage, è una sorta di cronocomparatore, ossia una bilancia del tempo che è anche una bellissima metafora per la letteratura: non sono forse le storie a misurare la Storia?

Il Foglio

La voce del muro

Di quest'autunno, per fare l'esempio più recente, è l'acclamato e bellissimo romanzo d'esordio del poeta ostdeutsch Lutz Seiler, "Kruso", uscito a settembre da Suhrkamp, premiato alla vigilia della Fiera di Francoforte con il Deutscher Buchpreis (i più prestigioso riconoscimento letterario tedesco, garanzia di successo di vendite in libreria) e annunciato in traduzione italiana per maggio dall'ottimo editore Del Vecchio.

Corriere della Sera

La Germania in forze a Torino

La Germania sarà quest'anno il paese Opsite al Salone Internazionale del Libro di Torino. Il Corriere della Sera anticipa i temi e gli ospiti della manifestazione, accennando al nostro Kruso di Lutz Seiler.

Sul Romanzo

Deutscher Buchpreis

Un sogno per il quale si può abbandonare un paese senza attraversarne il confine, il sogno di una vita che vada oltre le costrizioni quotidiane: nessuno stato può realizzarlo, solo una comunità isolana, riunita attorno a un Robinson di nome Kruso, può farlo.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

L'Indice

Sul vascello fantasma

Acclamato all’unisono dalla critica tedesca, esce grazie alla tempestiva traduzione di ­Paola Del Zoppo il primo romanzo di Lutz Seiler. Noto come poeta, l’autore (nato nel 1963) appartiene alla generazione dei “nati dentro” (ossia a muro ormai sbarrato), cresce però in Turingia, lontano dalle tensioni della capitale e tutelato da un solido ambiente familiare destinato a riaffiorare nei nodi della memoria lungo tutta l’opera. Kruso è un testo sorprendente, complesso, anche faticoso nella sua esibita intertestualità di riferimenti mutuati da una tradizione visionaria e a tratti fiabesca, tuttavia radicato in una realtà storica concreta, che s’interroga sul senso stesso dell’agire tedesco prima e dopo la svolta.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

La Stampa

I miei Robinson Crusoe naufraghi del comunismo

La caduta del Muro e la nascita della nuova Germania vista da un'isola del Baltico dove fuggivano a nuoto artisti, intellettuali e sognatori della Ddr in cerca di libertà.

Il Giornale

Prima del Muro ad andare in pezzi fu la speranza

Il romanzo è un libro politico, ma è soprattutto un picaresco racconto d'avventura, una "robinsonata" (genere famoso nella letteratura tedesca del '700), un modernissimo "romanzo di formazione" e insieme un inno alla ricerca della libertà a ridosso della svolta epocale.

la Repubblica

la Germania letteraria fa i conti con il futuro cercando un altro Grass

Al centro del notevole romanzo di Seiler c'è proprio un'isola: Hiddensee
sul Mar Baltico, isola anarchica, e punto di fuga dalla DDR. Un' isola, quella di Lutz Seiler. come una roccia da cui tuffarsi per cercare salvezza. E l'isola è anche il simbolo più calcificato dell'immaginario secondo novecentesco legato alla Germania: Berlino come un'isola, il ponte aereo, una monoporzione d'occidente circondato tutt'intorno dall'Est.

Avvenire

Al Salone l'EUROPA allo specchio

Vincitore del Buchpreis, il più prestigioso premio letterario tedesco, "Kruso" è un'opera dì straordinaria densità, della quale in Germania si sono vendute oltre trecentomila copie. "Sono partito dall'esperienza personale - spiega Seiler - ma il mio non è un romanzo autobiografico. Avrei voluto dedicarlo alle vittime dei naufragi di ieri ed oggi, poi mi è sembrato troppo esplicito. Meglio che il lettore stabilisca da solo le conclusioni.

Kultural

Kruso e L’isola Che Forse C’è

Lutz Seiler ne dipinge l’epica con tocchi sapienti, frasi di legno, lavori d’ebanista e aromi di una letteratura che si pensava ormai lontana, sepolta in quei classici che non possono tornare. Nulla di più falso. Quei classici sono tra noi, nelle mani di chi vuole raccoglierne la sfida. Una sfida che svela la parte sbagliata dell’addio, l’alleanza rotta, disgregata, la nostalgia di quel che è stato e che poteva essere ancora.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Goethe

Kruso

Partiamo dalla materia prima delle proprie esperienze. Ma poi cominciamo a marciare verso la creazione. La letteratura deve appunto spingersi oltre: servono dei punti di partenza per poi avventurarsi anche verso l’immaginario.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Il Fatto

Un imprevedibile naufrago del Mar Baltico

Kruso è una vera e propria maratona vittoriosa sulle tante possibilità del linguaggio narrativo, un gioco di illusioni, flânerie al tempo della Wende.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Andrea Cabassi

Kruso

Il libro di Seiler è avvincente, ma anche complesso e si presta a diversi livelli di lettura. Dal punto di vista stilistico si ha spesso l’impressione di trovarsi di fronte ad un ritmo e a una prosa poetica, resa, peraltro, benissimo dalla traduttrice. E’ una prosa, oserei dire, sinestesica che attiva l’olfatto, il gusto, tutto il nostro mondo sensoriale e tattile. Difficile da spiegare.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Recensire il mondo

Le suggestioni della storia

Nella costruzione dell'amicizia tra Ed e Kruso si sviluppano i temi portanti del romanzo: lanelito per la libertà, il peso del destino e del passato, il dolore, la scoperta del sesso, la natura dellamicizia virile.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

 

Internazionale

Quando erano gli europei a fuggire sui barconi

Hiddensee è un’isola sul mar Baltico. Quando ancora c’era il muro di Berlino quel nome era leggendario. Si andava lì per sfuggire alla vita sotto una dittatura. Lo scrittore tedesco Lutz Seiler nel suo romanzo KRUSO descrive bene l’atmosfera dell’isola, dove scrittori, artisti e intellettuali dell’allora Repubblica Democratica Tedesca decisero di autoesiliarsi nell’attesa di un futuro qualsiasi.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Alias

Una isola dei beati per sfuggire alla DDR in macerie

Un romanzo magico e potente sul fascino dell'utopia e sul suo ineluttabile fallimento, ma anche una storia di formazione, un romanzo di avventura, una fiaba. l diversi piani del racconto - autobiografia, invenzione, fonti storiche, richiami intertestuali e citazioni più o meno esplicite - si compenetrano e si confondono, formando un tessuto narrativo a tratti densissimo e a tratti quasi trasparente.

L'Espresso

Un Robinson novecentesco

Rielaborazione di un tema classico della letteratura occidentale moderna (il nome del protagonista riecheggia il Robinson Crusoe di Defoe e successive reincarnazioni), il libro comincia quasi come un racconto d'avventure - cibo prediletto nel tipico menu di quegli eterni ragazzi che siamo noi lettori - per trasformarsi via via in romanzo di idee e riflessione sulla fatale crudeltà della storia. In altre parole, riporta la forma romanzesca alle sue origini, per ridisegnarne il destino.

Reportage

Sull’isola utopica del nuovo Robinson

L’atmosfera è originalissima: avventura, sentimento lirico e oggettività storica sono fusi perfettamente, come se ognuno di essi riuscisse a trascendere nell’altro lo spazio del proprio genere in un luogo e in un tempo concreti e fantastici, realisticamente engagé e mitologici.

Senzaudio

Kruso

Riassumere le seicento pagine di “Kruso” in poche righe è impossibile. Soprattutto perché la trama in questo caso è solo una piccola parte del capolavoro che è Kruso. In questo libro a farla da padrone è la straordinaria capacità con la quale Seiler Lutz crea un mondo in un’isola e la perfezione nel delineare le personalità dei protagonisti nonché delle interazioni tra di essi.

Mi capita spesso di leggere libri tradotti molto bene, mi capita a volte di leggere dei libri in cui si sente pesantemente la mano del traduttore.
Nel caso di “Kruso” ho avuto la fortissima percezione che la traduzione di Paola del Zoppo fosse incredibile. Un libro del genere, con tutta la sua complessità necessità di una traduzione meticolosa, puntuale, sentita. Non c’è pagina in cui non riesca a percepire il felice matrimonio tra testo originale e testo tradotto.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Pio La Torre onlus

La Ddr comunista e i naufraghi dell'isola che c'è

È un romanzo politico nel senso più nobile del termine, “Kruso”, e anche un inno all'amicizia, oltre che una specie di fiaba: racconta con una prosa densa le atrocità del regime comunista da una prospettiva particolare, quella di Hiddensee nell'estate 1989, di un ristorante turistico e di una pensione, di lavoratori stagionali.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Flanerì

Kruso

È un romanzo che incanta, Kruso, e che gioca con la dissoluzione della Germania dell’Est e della vecchia Europa, alternando suspense, giochi linguistici (grazie per avermi fatto cercare molti vocaboli sul dizionario), rimandi, il semplice piacere del “bel raccontare”.
Clicca qui per leggere tutto l'articolo.

Libri dello stesso autore
Libri della stessa collana
Incontra i nostri autori
17
settembre -
ore 16:00
Babel / Teatro Sociale / Bellinzona
Libreria in vetrina
Libreria Gogol & Company
Registrazione
Se non sei ancora registrato, effettua adesso la registrazione.
Login