I nostri traduttori

Giulia Ansaldo

Giulia Ansaldo ha studiato lingua e letteratura turca e persiana all’Inalco (Institut National de Langues et Civilisations) di Parigi, dove ha ottenuto un master in traduzione letteraria. Collabora con diverse case editrici italiane come traduttrice dal turco e dal francese, vive a Istanbul. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Impronte di Hasan Ali Toptas.

Bruno Berni

Laureato in lingue e letterature nordiche e in letteratura tedesca nel 1983 alla Sapienza di Roma, dal 1993 è direttore della biblioteca dell'Istituto Italiano di Studi Germanici a Roma, dove ha il ruolo di ricercatore. Per alcuni anni ha insegnato lingua e letteratura danese all'Università di Urbino e lingua danese alla LUISS di Roma. A partire dal 1987 ha pubblicato numerose traduzioni di autori classici e moderni prevalentemente danesi, ma anche svedesi, norvegesi e tedeschi. Ha scritto saggi su autori scandinavi in riviste italiane e danesi, pubblicato volumi monografici e bibliografie e recensito opere nordiche in alcuni quotidiani. Ha vinto il Premio nazionale per la Traduzione, edizione 2012, per la sua attività complessiva di traduttore. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Storie strane di Villy Sørensen e A Vinci, dopo. Gli alberi hanno ragione. Blog di Morten Søndergaard.

Virginia Caporali

Virginia Caporali è Dottore di Ricerca in Letterature comparate e Traduzione del testo letterario. Laureata in Lingua e Letteratura Portoghese con tesi su Al Berto, si occupa di lusitanistica e traduce narrativa, poesia e teatro dal portoghese e dal brasiliano. Con le Poesie di Ricardo Reis/Fernando Pessoa (Passigli 2006) ha vinto, insieme a Laura Naldini, il PREMIO LEONE TRAVERSO per l’opera prima a Monselice. Per Artemide è uscitadi recente la sua prima monografia Il Turno di Notte. La Poesia portoghese nel secondo Novecento. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: L’ultimo minuto di Marcelo Backes e Tutaméia. Storie terze di João Guimarães Rosa.

Maurizio De Rosa

Laureato in lettere classiche nel 1996 all’Università Statale di Milano, dal 1997 a oggi ha tradotto in italiano alcuni dei maggiori scrittori greci contemporanei. Per lasua attività è stato candidato due volte al Premio Nazionale Ellenico della Traduzione. Ha collaborato e collabora tutt’ora con il Centro Nazionale Ellenico del Libro, con l’Istituto Italiano di Cultura di Atene e con l’istituto Petros Charis dell’Accademiadi Grecia. Suoi articoli sono apparsi su riviste specializzate in Italia, in Grecia e a Cipro, ed è autore di un saggio storico sulla letteratura greca dal 1880 ai giorni nostri. È membro regolare dell’Associazione Nazionale di Studi Neogreci e socio del CentroEllenico di Cultura di Milano. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Breve diario di frontiera di Gazmend Kapllani.

Paola Del Zoppo

Ricercatrice in Germanistica all’Università degli Studi della Tuscia (VT) e Dottore di Ricerca in Letterature Comparate e Traduzione. Si occupa prevalentemente di poetica della traduzione, traduzione e studi culturali, Ottocento e Novecento tedesco ed europeo e del Faust di Goethe in prospettiva comparatistico-culturale. Sulle traduzioni italiane del Faust ha pubblicato la monografia Faust in Italia, Artemide, Roma 2009. Dal 2007 gestisce la collana di poesia di Del Vecchio Editore e dal 2012 gestisce l’intero progetto editoriale. Ha tradotto e curato edizioni di poesie di Gwyneth Lewis, Rose Ausländer, Lutz Seiler e Heinz Czechowski, e narrativa dall’inglese e dal tedesco (Deborah Willis, Birgit Vanderbeke, Sibylle Lewitscharoff, Max Frisch). Al momento cura, sempre per Del Vecchio Editore, l’edizione completa delle opere di Hilde Domin (tradotte da Ondina Granato) – in collaborazione con la Kunststiftung Nordrhein Westfalien, e, in collaborazione con la Leonhard Frank Gesellschaft, l’edizione delle prose brevi di Leonhard Frank, di cui è anche traduttrice. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Svanire di Deborah Willis, Il peso del tempo di Lutz Seiler, Blumenberg di Sybille Lewitscharoff, Apostoloff di Sybille Lewitscharoff, Si può fare di Birgit Vanderbeke, Sweet Sixteen di Birgit Vanderbeke, Alle spalle di Birgit Vanderbeke, La straordinaria carriera della signora Choi di Birgit Vanderbeke, Il silenzio di Max Frisch, Un’indagine senza importanza di Robert Hültner, La dea madrina di Robert Hültner, ha tradotto e curato L’assassino della lingua di Gwyneth Lewis, L’uomo è buono di Leonhard Frank, Il tempo è immobile di Heinz Czechowski, ha curato Lettera su un altro continente di Hilde Domin, Alla fine è la parola di Hilde Domin, Con l’avallo delle nuvole di Hilde Domin, La domenica pensavo a Dio di Lutz Seiler.

Gianmaria Finardi

Gianmaria Finardi si è laureato in Lingue e Letterature Straniere, dedicando particolare attenzione alla letteratura francese contemporanea, e ha conseguito un dottorato di ricerca in Letterature Straniere e Scienza della Letteratura con un lavoro suÉric Chevillard (2013). Dello stesso autore ha fatto l’oggetto di pubblicazioni per le riviste «Quaderni di lingue e letterature» (Università di Verona) e «Prospero» (Università di Trieste). Dal 2009 collabora con «Studi francesi», recensendo testi di critica letteraria. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Sul soffitto di Éric Chevillard.

Roberto Francavilla

Roberto Francavilla è Professore Associato di Letteratura Portoghese e Brasiliana presso l’Università di Genova. In precedenza ha sviluppato progetti di ricerca come borsista dell’Instituto Camões e della Fundação Calouste Gulbenkian in Portogallo e ha insegnato a lungo all’università di Siena. Collabora con la facoltà di Lettere dell’università di Lisbona e con alcune università brasiliane. Ha pubblicato libri e articoli sulla letteratura portoghese, brasiliana e africana di lingua portoghese. È traduttore e critico letterario. È autore dei progetti creativi Hotel Sodade (con il fotografo Filippo Romano) e Pessoa/Persona (con l’artista António Jorge Gonçalves). Per Del Vecchio Editore ha tradotto: L’ultimo minuto di Marcelo Backes e Tutaméia. Storie terze di João Guimarães Rosa.

Angelo Molica Franco

Angelo Molica Franco è laureato in Linguistica e specializzato in Traduzione del testo letterario. Dopo aver lavorato come lettore di narrativa italiana e francese per edizioni nottetempo e Voland, attualmente è Editor alla Del Vecchio Editore. Come consulente editoriale e traduttore, collabora con Laura Lepri Scritture, Voland, Edizioni Clichy. Ha tenuto seminari sulla traduzione in alcune università italiane (Pisa, Torino, Roma). Tra gli autori da lui tradotti: Colette, Marguerite Duras, Yasmine Ghata, Laurent Mauvignier, Didier Decoin. Scrive su "LEFT", "Pagina99" e "L’Indice dei Libri". Vive tra Roma e Parigi, o almeno ci prova… Ha vinto nel 2014 il Premio Nini Agosti Castellani per la migliore traduzione dell’anno con il romanzo I passanti pubblicato da questa casa editrice. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: I passanti di Laurent Mauvignier, Concerto per mio padre e La bambina che imparò a non parlare di Yasmine Ghata, Le ore lunghe e Prigioni e paradisi di Colette, La ragazza del cinema e La minaccia della luce di Marguerite Duras.

Carlo Alberto Montalto

Carlo Alberto Montalto è laureato in Lingue, specializzato in Didattica dell’Italiano per stranieri e in Traduzione del testo letterario. Dopo una non breve parentesi istituzionale come consulente di ricerca presso l’Ambasciata del Messico prima e presso l’UNESCO dopo, approda nel mondo editoriale come redattore e traduttore accanto all’attività di insegnante di lingua e letteratura inglese e spagnola. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: La traccia della sirena di José Luis Correa e Quasi mai di Daniel Sada.

Elisa Montanelli

Elisa Montanelli è laureata in Lingue e letterature straniere e specializzata in Traduzione dei testi letterari. Ha svolto la tesi di laurea a Buenos Aires dove ha iniziato ad approfondire la letteratura argentina contemporanea, e lavora come traduttricee lettrice per varie case editrici che si occupano di letteratura ispanoamericana. Roberto Arlt è fra i suoi autori tradotti. È inoltre insegnante di Lingua e civiltà spagnola negli istituti secondari superiori. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: I mondi reali di Abelardo Castillo.

Stefano Musilli

Stefano Musilli è nato a Roma nel 1987. È laureato in interpretazione di conferenza e specializzato in traduzione di testi postcoloniali. Traduce narrativa e saggistica dall’inglese e dal neerlandese. Ha insegnato Lingua e Cultura italiana pressol’università di Città del Capo. Tra gli autori che ha tradotto, Eric Hoffer ed Etty Hillesum. Per Del Vecchio Editore ha tradotto Padre di Dio di M. M. Driessen.

Tatiana Rojc

Tatjana Rojc, nata a Trieste, studiosa di lettere slovene e letterature comparate, si dedica alla poesia slovena a cavallo tra Ottocento e Novecento, alle avanguardie storiche e ad autori come Srečko Kosovel, France Balantič, Alojz Rebula, Miroslav Košuta e Boris Pahor, che la considera l’interprete più approfondita della sua opera. Autrice di monografie, saggi e articoli critici in sloveno e in italiano, ha pubblicato, tra l’altro, nel 2004, il volume Le lettere slovene dalle origini all’età contemporanea e ha curato l’edizione critica della corrispondenza inedita di Srečko Kosovel. Nel 2013, in occasione del centenario dell’autore, è uscita a Lubiana la monografia su Boris Pahor, pubblicata poi da Bompiani a Milano con il titolo Boris Pahor. Così ho vissuto. Biografia di un secolo. In qualità di docente di Lingua e letteratura slovena e di Traduzione ha collaborato con gli atenei di Lubiana e Nova Gorica (Slovenia), e con quelli di Udine, Trieste e Roma La Sapienza. Come autrice, sceneggiatrice e regista collabora con la sede rai di Trieste e con la radiotelevisione nazionale slovena. Per Del Vecchio Editore ha tradotto La ragazza dal fiore pervinca

Stella Sacchini

Stella Sacchini è traduttrice letteraria dall’inglese, dal latino e dal greco. È laureata in Filologia bizantina presso l’Università di Macerata e ha conseguito il master in Traduzione all’Università di Pisa. Traduce per riviste culturali e d’informazione (“Sagarana”, “Testo a Fronte”, “Semicerchio”, “Come Don Chisciotte”). Ha scritto per “Enciclopedia delle Donne” e “Lo Straniero”. È fra i traduttori di John Berger, a cura di Maria Nadotti, edito da Marcos y Marcos, e di Francis Scott Fitzgerald, Racconti, a cura di Franca Cavagnoli, uscito nei "Classici" Feltrinelli. Sempre per i "Classici" Feltrinelli ha tradotto e curato Jane Eyre, di Charlotte Brontë, e Il meraviglioso mago di Oz, di L. Frank Baum. È autrice di Fuori posto, romanzo pubblicato da Coazinzola Press. Nel 2014 ha vinto il prestigioso premio Babel per la traduzione. Per Del Vecchio Editore ha tradotto Le stanze dei fantasmi di Aa.Vv. e Il viaggiatore oscuro

Paola Splendore

Paola Splendore ha insegnato letteratura inglese all’università (Orientale di Napoli, Viterbo e Roma Tre). Ha curato e tradotto le antologie poetiche Passaggi a ovest (Palomar, 2008); Isole galleggianti (con Jane Wilkinson, Le Lettere, 2011) e le raccolte Il colore della solitudine di Sujata Bhatt (2005), Mappe del corpodi Ingrid de Kok (2008), Pietre per le mie tasche di Karen Press (2012), e Un mondo diviso di Moniza Alvi (2014), tutte per la collana di poesia dell’editore Donzelli. Per Del Vecchio Editore ha tradotto Della mutabilità di Jo Shapcott.

Enrico Terrinoni

Laureato in lingue e letterature straniere all'Università di Roma Tre, ha ottenuto il dottorato di ricerca (PhD) in Irlanda presso l'University College Dublin. Attualmente è professore associato di letteratura inglese all'Università per Stranieri di Perugia. Ha pubblicato diversi libri, articoli, saggi e recensioni, oltre a numerose traduzioni dall'inglese di contemporanei (Muriel Spark, Brendan Behan, BS Johnson, John Burnside, Miguel Syjuco, Michael D. Higgins) e classici (Francis Bacon, Nathaniel Hawthorne, James Joyce). In particolare ha lavorato su James Joyce e l'Ulisse, opera della quale ha recentemente realizzato una nuova e apprezzata traduzione vincitrice del Premio Napoli per la Lingua e la Cultura Italiana - sezione traduzione - nel 2012. Collabora con Il Manifesto e occasionalmente con il Corriere della Sera. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: Il tradimento e altre poesie di Michael D. Higgins.

Cristina Vezzaro

Cristina Vezzaro vive e lavora a Torino. Dal 2005 traduce narrativa e poesia francese, tedesca e inglese per diverse case editrici (ISBN, Del Vecchio Editore, Sonzogno, De Agostini). Ha pubblicato racconti in Italia (in Lingua Madre, Novel), mentre a Parigi sono uscite sue poesie (in The Bastille). Cura un portale dedicato al genere “flash fiction” e un sito in cui chiede a traduttori e autori di parlare di traduzione letteraria (Authors & Translators). Oltre a Fouad Laroui, ha particolarmente amato tradurre Ulrich Peltzer, Kathrin Röggla, Nigel Farndale e François Vallejo. Attualmente sta imparando l’ungherese. Per Del Vecchio Editore ha tradotto: L’esteta radicale e Un anno con i francesi, entrambi di Fouad Laroui, Il sole è una donna di Félix de Belloy e Le sorelle Brelan di François Vallejo.


Incontra i nostri autori
17
settembre -
ore 16:00
Babel / Teatro Sociale / Bellinzona
Registrazione
Se non sei ancora registrato, effettua adesso la registrazione.
Login